191 on-line
 
Sicurezza alla guida  
 


Chi di noi conosce le linee guida di un soccorso corretto?
Soccorrere un ferito della strada è obbligo di legge e obbligo morale, può salvargli la vita o evitare che subisca ulteriori danni fisici.
Il fine del primo soccorso è quello di assistere ed eventualmente cercare di mantenere in vita il ferito con semplici e immediati interventi, in attesa di più adeguati soccorsi avanzati (1.1.2.), senza quindi prendere iniziative di specifica competenza medica. Inoltre bisogna evitare, per quanto possibile, che il ferito subisca ulteriori danni e che vengano praticati interventi sbagliati o dannosi da parte di altre persone.
Occorrerà subito segnalare l'incidente e chiamare i soccorsi qualificati.




Lo scopo di questo progetto è quello di illustrare tutte le giuste procedure, sia in ambito legale che di procedure pratiche, per permettere un giusto ed opportuno intervento a seguito di un incidente stradale.Il progetto ci vedrà impegnati nell'ambito delle scuole guida durante i corsi formativi per l'acquisizione della relative patenti di guida.
Dopo un incidente stradale occorre:
Se non vi sono feriti, collocare il veicolo almeno lungo il margine destro della carreggiata o, preferibilmente, spostarlo fuori della carreggiata; mettere l'apposito triangolo di veicolo fermo, nei casi previsti dal codice della strada e, non potendo spostare il veicolo, far defluire il traffico fino all'arrivo della polizia e del soccorso stradale. E' inoltre necessario segnalare il pericolo ai veicoli che sopraggiungono con gesti manuali intesi ad impedire il transito sulla zona pericolosa, specialmente se rimangono di ostacolo sulla carreggiata parti dei veicoli incidentati, se si è verificata la caduta di sostanze viscide o per proteggere un ferito che non si possa spostare.

Primo soccorso:
Soccorrere un infortunato della strada è un dovere imposto dal codice penale che ne punisce l'omissione, nonchè un comportamento che dimostra senso civico quindi obbligo morale. Il fine del primo soccorso è quindi quello di attuare semplici ed immediate misure di sopravvivenza, assistendo la vittima in attesa di più adeguati soccorsi. E' inoltre importante evitare che la vittima subisca ulteriori lesioni ed impedire che siano posti in atto interventi errati da parte di altre persone. A tal fine occorrerà segnalare l'incidente, chiamare i soccorsi qualificati, assistendo e proteggendo la vittima come meglio si può, senza prendere iniziative di competenza medica.



Clicca sul pulsante sottostante per studiare le linee guida di rianimazione cardiopolmonare. Le stesse ti verranno illustrate con un Nostro istruttore a lezione.






Il modulo CID, o anche detto modello di constatazione amichevole di incidente (CAI) è quel documento, rilasciato gratuitamente dalle assicurazioni ai propri assicurati o scaricabile online (cliccando sul pulsante blu in alto), la cui compilazione garantisce una corsia preferenziale nel risarcimento del danno: in esso, infatti, le parti bonariamente, descrivono la dinamica dell’incidente, indicando le relative responsabilità e le sezioni dell’auto danneggiate. Ecco perché, di norma, il CID deve essere firmato da entrambi i conducenti.



Fonte: SALVAMENTO ROMA
* Per saperne di più clicca:
 Invia la news 
Tua e-mail:
E-mail amico :
Questa news è stata letta: 9575 volte   
 
"Copyright Società Nazionale di Salvamento - Tutti i diritti riservati - WEBMASTER: Marco Gigante"