132 on-line
Greco Spagnolo
 

 

 
 
Defibrillatore  
 

BLS-D: con Defibrillatore Semiautomatico Esterno (AED)

Per BLS-D si intende Basic Life Support & Defibrillation ovvero il supporto di base alle funzioni vitali e la defibrillazione. Questa tecnica di primo soccorso comprende la rianimazione cardio-polmonare RCP, altre manovre a supporto delle funzioni vitali e l'uso del defibrillatore semiautomatico (A.E.D.).

PROTOCOLLO BLS-D
1. VALUTAZIONE situazione ambientale. Rilevare se nel posto dove si trova il soggetto non vi sono pericoli che interferiscano con l'operato: stabilità e sicurezza del terreno, incendio, fumo, gas, o qualsiasi altra situazione che possa rappresentare un rischio per la sua incolumità.
2. VALUTAZIONE della coscienza. Avvicinarsi all'infortunato, scuotere delicatamente le spalle se non è traumatizzato; stimolare i trapezi se è traumatizzato e contemporaneamente a voce alta dire :" Signore come va? riesce a sentirmi? Sono addestrato al primo soccorso, la posso aiutare?"

3. Se l'infortunato non risponde e pertanto non è cosciente fare allertare da qualcuno il numero unico di emergenza 1.1.2.
Assicurarsi che il soggetto sia in posizione supina (pancia in su) su di una superfice piana e rigida, allinearlo e scoprigli il torace. Sapendo di utilizzare un defibrillatore semiautomatico (A.E.D.) sarà necessario inoltre accertarsi che la superfice sia asciutta, che a contatto del paziente non ci siano oggetti conduttori di corrente e che lo stesso sogetto non sia bagnato (pertanto , se lo fosse, andrà opportunamente asciugato con teli).
4. FASE C : Effettuare manovra MO.TO.RE. & Polso
--> iperestendere il capo, visualizzare presenza di eventuali MOvimenti, di TOsse e di REspiro (MO.TO.RE.) tutti sintomi di presenza del respiro. Contestualmente è possibile auscultare il battito cardiaco attraverso il polso carotideo (nell'adulto comprimendo con i polpastrelli dell'indice e del medio il muscolo sternocleidomastoideo). Queste due valutazioni non devono superare i 10 secondi.
Appoggiare il carpo di una mano al centro del torace sulla metà inferiore dello sterno (punto di compressione, detto di repere), sovrapporre l'altra mano alla prima e, intrecciando le dita, assicurarsi che rimangano sollevate dal torace e non comprimano le costole. Porsi con le spalle in linea con il torace sul punto di compressione e con le braccia tese, comprimere praticando una pressione toracica di 5-6 cm; assicurarsi che ogni volta il torace ritorni nella sua posizione normale. Si dovranno effettuare 30 compressioni al torace, con una frequenza di almeno 100 massimo 120 al minuto.
5. FASE A & B: Pervietà delle vie aeree: accertarsi che in bocca non ci siano oggetti che possano impedire il passaggio dell'aria, se ci fossero toglierli evitando che finiscano più in profondità nel cavo orale. Accertarsi inoltre che la lingua non sia collassata occludendo le vie aeree, l'iperestensione del capo del soggetto evita questa eventualità. Porre una mano sulla fronte del paziente e con le due dita dell'altra mano iperestendere il capo del soggetto. Chiudere il naso del soggetto con il pollice e l'indice della mano che è posizionata sulla fronte, inspirare a debita distanza dalla bocca dell'infortunato, trattenere l'aria, insufflarla all'interno della bocca del soggetto aderendo bene alle sue labbra per circa un secondo (è sempre opportuno utilizzare almeno un fazzoletto, forandolo al centro in corrispondenza della bocca del soggetto, che impedisca il contatto pelle/pelle tra soccorritore e paziente).
Il rapporto tra compressioni e insufflazioni è di 30:2

6. Se si è da soli, si deve chiamare il numero unico di emergenza medica: 1.1.2. dopo la fase MO.TO.RE. & Polso, possibilmente tenendo il telefonino accanto a se in viva voce specificando: chi e dove si stà intervenendo e cosa ha il paziente, nonché specificando l'uso del defibrillatore.

7. Se il paziente non respira e non ha battito procurarsi o farsi procurare nel minore tempo possibile un defibrillatore semiautomatico esterno (AED); nell'attesa iniziare le compressioni (30) e insufflazioni (2) manualmente.
8. Con il defibrillatore semiautomatico eseguire questa procedura:
Estrarre le piastre
Applicare una piastra sulla parte superiore destra del torace nudo
Applicare la seconda piastra sulla parte inferiore sinistra del torace nudo
Il defibrillatore ANALIZZERA' la situazione e, tramite un interfono, vi dirà cosa fare.

Se l'annuncio consiglia una scarica, il soccorritore dovrà allontanare tutte le persone intorno e se stesso PRIMA della scarica, dicendo ad alta voce: 'Via io, via voi, via tutti' aiutandosi con la gestualità.
Nell'effettuare la scarica dire ad alta voce:'scarica'. Effettuata la scarica, il defibrillatore dirà al soccorritore cosa fare. Se necessario, con le placche che rimangono posizionate, si potrà effettuare la R.C.P.

Continuare questa operazione fino all'arrivo del personale medico specializzato.
(VEDI FILMATO BLS-D clicca QUI').



Fonte:
* Per saperne di più clicca:
 Invia la news 
Tua e-mail:
E-mail amico :
Questa news è stata letta: 1915 volte   
 
 
"Copyright Società Nazionale di Salvamento - Tutti i diritti riservati - WEBMASTER: Marco Gigante"